Cessione Del Quinto Pensionati Enasarco

La cessione del quinto Pensionati Enasarco è un prestito che si caratterizza per la velocità e semplicità di erogazione del capitale. Si tratta di un prestito molto ricercato e per tal motivo oggi cercheremo di far chiarezza su tanti aspetti che lo caratterizzano, come ad esempio: chi può richiederlo? Perché scegliere una soluzione di tal genere? Come si può ottenere la cessione del quinto Enasarco? Quali documenti è necessario presentare? E a quanto ammonta il prestito?

Le domande su questo argomento sono certamente numerose, ma indispensabili per avere un quadro completo sull’argomento. Bene, procediamo con ordine e scopriamo insieme tutto ciò che c’è da sapere sull’Easarco e la cessione del quinto della pensione.

Cessione del quinto della pensione Enasarco: come funziona?

La cessione del quinto Enasarco si rivolge ai pensionati, permettendo loro al credito al consumo senza doversi necessariamente preoccupare delle rate o della restituzione della cifra ricevuta in prestito.

Come avviene per la cessione del quinto pensionati INPS, anche in questo caso specifico il capitale prestato viene trattenuto direttamente dalla pensione dal proprio Enasarco. Prima di addentrarci nel nostro argomento è opportuno dare qualche accenno sulla Fondazine Enasarco.

L’Enasarco, ovvero l’Ente nazionale di assistenza per gli agenti e i rappresentanti di commercio, è stato istituito nel 1939 e trasformato nel 1996 con il nome di Fondazione Enasarco, in un organismo di diritto privato che si occupa di assistere, tutelare e qualificare professionalmente gli agenti e i rappresentanti di commercio.

La Fondazione Enasarco consente ai propri pensionati di accedere alla cessione del quinto soltanto tramite prestiti erogati da intermediari finanziari. Intemediari che devono essere iscritti nell’elenco previsto dall’art.106 del D. Lgs 385/1993.

I pensionati sono chiamati a richiedere alla Fondazione il certificato che riporta qual è la quota massima cedibile della loro pensione. Questo certificato deve essere presentato all’intermediario finanziario scelto per la richiesta del prestito. Richiedere il certificato è molto semplice, ed è possibile farlo tramite:

  • posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizo: gestioneprestazioni@pec.enasarco.it
  • raccomandata A/R a: Fondazione Enasarco – Servizio Prestazioni – Via A. Usodimare, 31 – 00154 Roma.

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Enasarco, inoltre, prevede che gli enti finanziatori accettino una Convenzione sui tassi di interesse massimi per l’erogazione dei prestiti con cessione del quinto.

Gli istituti finanziari che aderiscono alla Convenzione sono chiamati a presentare all’Enasarco una richiesta di accreditamento e ad accettare quanto predisposto dalla Fondazione sul prestito con cessione del quinto.


Cessione del 5° per pensionati (nuova convenzione 2020).

Verifica gratuita con SMS: verifica se hai i requisiti per ottenerla e simula la rata

  1. Compila il modulo inserendo un numero di telefono valido;
  2. Attenzione: solo se il numero inserito è valido riceverai un SMS di conferma
  3. Completa la verifica

Chi può richiedere la cessione del quinto pensionati Enasarco?

Ora guarda questo. Prima di presentare domanda per richiedere la cessione del quinto è opportuno sapere una cosa.

La cessione del quinto per pensionati Enasarco può essere richiesta da coloro che percepiscono una pensione di almeno 600 euro.

Allo stesso modo della cessione del quinto pensionati ex INPDAP la rata di rimborso può essere pari o al massimo un quinto della pensione e quindi non può mai superare il 20% della pensione, anche nel caso in cui viene richiesto un secondo prestito personale.

Se consideriamo ad esempio una pensione di €600 la rata ammonterà di fatto a €120 ovvero a un quinto della pensione (600 : 5 = 120).

Il prestito, infatti, viene erogato in proporzione alla pensione netta percepita e possono farne richiesta i seguenti soggetti:

  • pensionati
  • cattivi pagatori
  • protestati
  • soggetti che hanno subito un pignoramento.

La cessione del quinto pensionati Enasarco: documenti necessari

Ecco un’altra cosa da sapere. Chiaramente per poter procedere con la presentazione della domanda di cessione dei quinto Enasarco è necessario fornire alcuni dei documenti. I documenti in corso di validità, ovvero non scaduti, vengono richiesti in egual modo a pensionati, a cattivi pagatori, protestati o soggetti con pignoramento in corso.

I soggetti che hanno subito un pignoramento, inoltre, al fine di ottenere questo prestito, non hanno bisogno di un garante o di ulteriori forme di garanzie, quali ad esempio la presenza di un immobile sul quale è possibile istituire un’ipoteca. L’unica documentazione necessaria, per comprovare che il soggetto è pensionato e che la cifra percepita rientra all’interno della soglia minima richiesta, è la seguente:

  1. cedolino della pensione
  2. Carta di Identità
  3. Codice Fiscale.

I documenti sopra elencati vanno presentati allo sportello dell’Ente finanziario presso il quale si vuole procedere con la richiesta del quinto della pensione. Ricorda, infine, che l’istituto dev’essere convenzionato con la Fondazione Enasarco.

Cessione del quinto Enasarco: quali sono gli istituti convenzionati?

Come abbiamo detto poco sopra l’Enasarco eroga il prestito tramite istituti convenzionati che si impegnano a sottoscrivere la Convenzione sui tassi di interesse massimi.

Ma quali sono di fatto le più importanti società finanziarie convenzionate con la Fondazione Enasarco? Come si evince direttamente dalla sezione del sito della Fondazione dedicato alla cessione del quinto, ecco quali sono le principali società finanziarie:

  • Cap. Ital. Fin. S.p.A. (numero verde 800.22.55.66)
  • Conafi Prestitò S.p.A. (numero verde 840.700.313)
  • Credem (numero verde 800.2733.36)
  • Dynamica Retail (tel. 06/9652051)
  • Fides S.p.A. (numero verde 800.729.988)
  • Ital Credi S.p.A. (numero verde 800.78.03.30)
  • M3 Prestitichiari S.p.A. (tel. 0965/811360 oppure 06/4940555)
  • Races Finanziaria S.p.A. (numero verde 800.06.33.22)
  • Banca di Sassari S.p.A. (tel. 079/221812)
  • IBL Family S.p.A. (numero verde 800.632.533)
  • Atlantide S.p.A. (tel. 051/0560000)
  • Eurocqs S.p.A. (tel. 06/203930)
  • Banca Progetto S.p.A. (numero verde 800.060609)
  • Siriofin S.p.A. (numero verde 800.929928)
  • I.FI.VE.R. S.p.A. (tel. 049/8073488)
  • Banca Privata Leasing S.p.A. (tel. 0522/355711)
  • Banca Popolare del Frusinate (tel. 0775/278323)
  • ADV Finance S.p.A. (tel. 02/72021049)
  • I.F.E. S.p.A (tel. 06/5201661).

Il consolidamento debiti per pensionati Enasarco

Cessione Del Quinto Pensionati Enasarco Consolidamento Debiti

Ti stai chiedendo se conviene o meno richiedere la cessione del quinto Enasarco?

Possiamo dirti che questo tipo di prestito è indicato per coloro che hanno sottoscritto più di un prestito e ogni mese si trovano a pagare più rate con scadenze diverse. Ecco allora una cosa importante da sapere.

La cessione del quinto per pensionati Enasarco ti permette di richiedere il consolidamento debiti e ti dà la possibilità di rimborsare l’importo dovuto, calcolato sulla cifra restante degli altri prestiti, in un’unica rata e scadenza.

Che cosa vuol dire questo? Mettiamo il caso che tu abbia sottoscritto più di un prestito, in periodi diversi e per importi diversi. Ogni mese, quindi, ti troverai di fatto a pagare rate diverse per una durata di tempo strettamente connessa con l’inizio di ogni singolo prestito. Il vantaggio del consolidamento debiti consiste proprio nella possibilità di riunire tutte le rate mensili di tutti i prestiti contratti in un’unica rata, che sarà la somma di tutte le cifre dovute.

Dove sta quindi il vantaggio?

Il vantaggio del consolidamento debiti con cessione del quinto Enasarco risiede nella possibilità di ridurre l’importo della rata, aumentando il piano di ammortamento.

Se infatti il prestito con cessione del quinto prevede un piano di rimborso fino a 10 anni, il consolidamento debiti consente di sistemare la propria situazione finanziaria accedendo a un piano di ammortamento superiore ai 10 anni e di rivedere quindi l’importo delle rate che non possono, bada bene, comunque superare il quinto della pensione.

Personalizzando in tal modo il proprio piano di rimborso, allo stesso modo, cambia anche l’entità delle rate da pagare. E questo, indubbiamente, è un vantaggio.

Capitale cedibile, tassi di interesse e assicurazione

Questo ti piacerà. Parliamo adesso di capitale cedibile, e soprattutto dei tassi di interesse relativi al prestito tramite cessione del quinto Enarsaco.

Con questo tipo di prestito un pensionato può ottenere:

  • un importo massimo di 60.000 euro (cifra che varia a secondo della pensione mensile percepita e alle spese che gravano sulla stessa retribuzione)
  • una somma di liquidità, utile per affrontare spese che sono subentrate dopo la richiesta di cessione del quinto.

In quest’ultimo caso, il piano di ammortamento si prolunga e la rata ricalcolata, considerando però che la soglia massima è di un quinto della pensione e che le tempistiche di rimborso non possono superare i 10 anni.

La cessione del quinto Enasarco prevede un tasso di interesse e una rata fissa, ovvero che non cambia nel tempo. La pensione, inoltre, viene accreditata sul conto al netto della trattenuta della rata mensile.

Questo vuol dire che il pensionato non deve nemmeno preoccuparsi, o ricordarsi, di versare quanto dovuto all’ente che ha finanziato il prestito.

Come per altre tipologie di prestiti, anche la cessione del quinto pensionati Enasarco prevede la sottoscrizione obbligatoria di una polizza assicurativa volta a tutelare l’ente che ha erogato il prestito e ancora famigliari ed eventuali eredi, in caso di decesso prematuro del pensionato che ha sottoscritto il prestito.

Il prestito Enasarco si può estinguere prima della sua fine?

Ecco una domanda che in molti si pongono: è possibile effettuare l’estinzione anticipata del prestito con cessione del quinto Enasarco? La risposta è sì.

Si può estinguere anticipatamente il prestito versando in un’unica soluzione la cifra restante e pagando una penale di estinzione anticipata, ovvero un indennizzo a favore dell’ente che ha erogato il prestito, per risarcirlo degli interessi che non verranno più pagati. La cifra legata all’estinzione anticipata viene stabilita all’interno contratto e non può comunque essere superiore all’1% della somma dovuta.

Che cosa vuol dire questo? Semplicemente che se hai sottoscritto un prestito Enasarco di 50.000€ per estinguerlo in maniera anticipata dovrai versare oltre le rate rimanenti anche 50.00€ di penale.

Fondazione Enasarco: servizi online

Cessione Del Quinto Pensionati Enasarco Servizi OnlinePer concludere il nostro articolo, ti ricordiamo infine che sul sito ufficiale della Fondazione Enasarco, e precisamente cliccando su:

Servizi → Agenti e Pensionati → Area riservata inEnasarco

potrai accedere all’area riservata e ai servizi online a te riservati.

Tra i principali servizi ricordiamo:

  • Estratto conto
  • Stato delle pratiche
  • Liquidazione del FIRR
  • Copertura contributiva
  • Calcolo previsionale etc.
Rate this post
Cessione del quinto?
VERIFICA SE HAI I REQUISITI
Cessione del quinto?

Seleziona il tuo profilo e verifica se hai i requisiti per ottenerla

PensionatoDip. pubblicoDip. privato