Tempistiche Cessione Del Quinto

Tempistiche Cessione Del Quinto

Vuoi richiedere un prestito e sapere quali sono le tempistiche della cessione del quinto? Ne parliamo oggi, spiegandoti nel dettaglio le diverse fasi che si susseguono per la richiesta di questo prestito vantaggioso e soffermandoci in particolar modo sugli elementi che concorrono a influenzare le tempistiche di erogazione della cessione del quinto.

Come ben sai, la cessione del quinto è un prestito rivolto a pensionati, dipendenti pubblici, privati e statali che non necessita di garanzie. Per ottenerlo è infatti indispensabile aver più di 18 anni e aver maturato, al momento della richiesta, un adeguato TFR (Trattamento di fine Rapporto).

Leggi anche: Cessione Del Quinto Senza TFR

Non vi sono dubbi sul fatto che l’iter di approvazione e rilascio di tal prestito non siano molto lunghe, rispetto ad altre tipologie di prestito. In generale, possiamo dire che

Le tempistiche di erogazione della cessione del quinto oscillano tra le due e le tre settimane.

È anche vero che, queste tempistiche possono allungarsi e arrivare a quattro settimane, dal momento che, come qualsiasi altro prestito, anche la cessione del quinto presenta tempi di istruttoria molto chiari. Che cosa implica quanto detto? Che è opportuno diffidare da istituti finanziari che garantiscono liquidità in tempi brevissimi, come ad esempio in 48 ore.

Iter burocratico

Adesso guarda questo. Come accennato, le tempistiche di erogazione della cessione del quinto seguono precisi step. Vediamo insieme quali sono:

  1. Istruttoria, volta a valutare l’affidabilità del cliente e le sue caratteristiche
  2. Richiesta delibera
  3. Accettazione
  4. Firma del contratto di cessione
  5. Concessione di un acconto, se richiesto dal cliente
  6. Notifica
  7. Sottoscrizione delle polizze
  8. Rientro dell’atto di benestare
  9. Liquidazione del prestito.

Da questo punto di vista, il datore di lavoro o l’ente pensionistico che emette il pagamento riveste una grande importanza dal momento che i tempi di rilascio della documentazione incidono sulle relative tempistiche di erogazione della cessione del quinto. Possiamo dire, ad esempio, che i pensionati INPS risultano avvantaggiati dalla stessa Convenzione INPS che consente di snellire la procedura di rilascio dei documenti necessari.

Bene. Le voci sopraelencate rappresentano l’iter burocratico da seguire per richiedere e ottenere la cessione del quinto. Vediamo adesso quali sono i dettagli salienti e le relative tempistiche.


Cessione del 5° (nuova convenzione 2020).

Verifica gratuita con SMS: verifica se hai i requisiti per ottenerla e simula la rata

  1. Compila il modulo inserendo un numero di telefono valido;
  2. Attenzione: solo se il numero inserito è valido riceverai un SMS di conferma
  3. Completa la verifica

Istruttoria

Iniziamo subito con l’istruttoria. Per istruire una pratica per la richiesta di cessione del quinto sono indispensabili alcuni documenti. Per praticità facciamo una distinzione tra lavoratori e pensionati.

Istruttoria dipendenti

Guardiamo subito quali sono i documenti indispensabili per procedere con l’istruttoria nel caso in cui si è dipendenti.

  • Carta di Identità in corso di validità
  • Ultime buste paga
  • CU (Certificazione Unica)
  • Certificato di stipendio (lavoratori privati e pubblici)
  • Modelli ministeriali (dipendenti statali)
  • Estratto del fondo pensione
  • Atti di pignoramento (se presenti)

Istruttoria pensionati

E i pensionati? Quale documentazione devono presentare? Diciamo subito che, rispetto ai dipendenti, i pensionati hanno il vantaggio di dover presentare una quantità minore di documenti, ovvero:

  • Carta di Identità in corso di validità
  • CU (certificazione unica)
  • Cedolini pensione
  • Quota Cedibile della pensione
  • Privacy

Quali sono i tempi di erogazione della cessione del quinto per i pensionati? Circa 7 giorni.

Delibera

Dopo aver raccolto e presentato la documentazione richiesta è necessario chiedere la delibera. Che cos’è? Si tratta della valutazione della richiesta all’ufficio preposto a questa specifica mansione. In linea generale sono sufficienti alcune ore ma possono anche passare circa 2 giorni.

I principali motivi che possono allungare le tempistiche ricordiamo:

  • Pensione di invalidità. Ovvero se il soggetto interessato percepisce o ha percepito in passato una rendita un sussidio per invalidità.
  • La presenza di estratti conto previdenziali che presentano incongruenze nei dati forniti.
  • Preaccettazione assicurativa. Se la pratica vi è subordinata, è necessario aspettare l’approvazione della compagnia assicurativa.

Firma contratto

Una volta che il contratto è stato approvato, è possibile passare alla fase successiva, ovvero alla sottoscrizione del contratto e alla richiesta di stesura della polizza. A questo punto si può inoltre procedere con la dovuta notifica all’azienda in cui lavora il dipendente o all’ente erogante la pensione (Inps – EnpamEnasarco).

Quali sono le tempistiche in questo caso? Un giorno.

Anticipo immediato

Come ben sai per ottenere un anticipo immediato sulla cessione del quinto è necessario che il contratto sia stato approvato e firmato. L’erogazione dell’acconto è molto rapida e avviene generalmente in 1 giorno.

La cifra che viene anticipata viene, chiaramente, decurtata dal totale dovuto a saldo del prestito.

Notifica e richiesta polizza

Tempistiche Cessione Del Quinto PolizzaEffettuata la firma del contratto, si passa alla notifica e relativa richiesta di emissione della polizza.

Che cos’è la notifica? Si tratta di un atto che viene inviato all’azienda o all’ente di previdenza, che contiene la copia del contratto di cessione del quinto che è stato sottoscritto dal cliente.

Oltre al contratto, inoltre, viene allegato anche l’atto di benestare.

La procedura si svolge tramite PEC con tempistiche variabili, in base alla velocità di restituzione alla finanziaria dell’atto firmato. Nel caso di rinnovo della cessione del quinto, l’atto di benestare è strettamente legato all’estinzione del prestito, motivo per cui è possibile che i tempi si allunghino fino anche a 2 giorni.

In contemporanea alla notifica, l’istituto finanziario richiede all’assicurazione l’emissione della polizza per cui sono necessari circa 3 giorni lavorativi.

Erogazione del prestito

Affrontiamo l’ultimo passo, ovvero l’erogazione della cessione del quinto. In linea generale, possiamo dire che solitamente l’erogazione avviene tramite bonifico bancario. Raramente, invece, il dipendente/pensionato preferisce l’assegno circolare.

Come ben sai, per vedersi accreditato un bonifico sul proprio conto corrente passano all’incirca 2 giorni dal versamento stesso.

Rate this post
Cessione del quinto?
VERIFICA SE HAI I REQUISITI