Cessione Del Quinto NoiPA

Cessione Del Quinto NOIPA

Per capire al meglio come funziona la cessione del quinto NoiPA è importante comprendere per prima cosa che cos’è il NoiPA (acronimo di Noi Pubblica Amministrazione), ovvero il nuovo sistema di gestione della partite stipendiali dei dipendenti pubblici.

Realizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, il NoiPA è un sistema informatico che gestisce economicamente gli stipendi sia dei dipendenti pubblici che statali.

Grazie a un unico portale tutte le amministrazioni, centrali e locali, sono in grado di coordinare la partite stipendiali dei lavoratori e il registro delle presenze/assenze. La piattaforma, inoltre, consente di gestire in maniera del tutto omogenea le trattenute in busta paga. e di conseguenza anche i prestiti relativi alla cessione del quinto e alla delegazione di pagamento dei dipendenti che lavorano all’interno della Pubblica Amministrazione.

Chi può usufruirne?

Compreso a che cosa serve il Noi Pubblica Amministrazione possiamo adesso parlare della cessione del quinto NoiPA. Si tratta di un prestito dedicato ai dipendenti sia statali che pubblici e quindi per coloro che lavorano presso un ministero o in ambito scolastico, dagli insegnanti al personale ATA.


Cessione del 5° (nuova convezione 2020).

Verifica gratuita con SMS: verifica se hai i requisiti per ottenerla e simula la rata

  1. Compila il modulo inserendo un numero di telefono valido;
  2. Attenzione: solo se il numero inserito è valido riceverai un SMS di conferma
  3. Completa la verifica

Perché sceglierla? Ecco i vantaggi

I vantaggi legati alla scelta di un prestito con cessione del quinto NoiPA sono numerosi. Per prima cosa possiamo dire che i più importanti istituti finanziari in tutta Italia sono ad oggi partner, hanno cioè sottoscritto una convenzione con il NoiPA. Convenzione necessaria per garantire a coloro che richiedono un prestito condizioni estremamente vantaggiose. Qualche esempio?

  1. Tassi applicati bassissimi grazie alla convenzione tra la finanziarie e il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze).
  2. Tempi di gestione della pratica e di erogazione del prestito rapidi e sicuri grazie al servizio CreditoNet.

Servizio quest’ultimo che consente di gestire per via telematica tutte le fasi relative al prestito.

Altri vantaggi della cessione del quinto NoiPA? Li elenchiamo di seguito:

  • Basta presentare l’ultima busta paga per poter presentare la richiesta.
  • Sono necessari solo alcuni mesi di anzianità lavorativa per la sua richiesta.
  • Rate fisse, così com TAN e TAEG per tutta la durata.
  • Piano di rimborso con rate dilazionabili fino a 10 anni.
  • Grazie all’accordo tra il MEF e gli istituti di credito è possibile ottenere anche il Prestito Delega.
  • Posso usufruirne anche i cattivi pagatori.
  • La rata si paga tramite trattenuta diretta dallo stipendio o dalla pensione.
  • È possibile ottenere la cessione anche in presenza di altri prestiti, protesti o pignoramenti in corso.
  • Il prestito è coperto da due assicurazioni, a garanzia dell’ente e della famiglia del soggetto debitore: contro morte prematura o perdita dell’impiego.
  • Non servono garanti. Il contratto infatti è a firma unica.

Delegazione di pagamento

Se si desidera ottenere un prestito con delegazione di pagamento, conosciuto anche con il nome di prestito delega o doppio quinto, è indispensabile che l’Amministrazione presso la quale si lavora abbia firmato una convenzione con più istituti finanziari. In tal contesto, infatti, NoiPA ha predisposto una Convenzione Unica Nazionale. Ques’ultima abbraccia in sé tutte le Amministrazioni che hanno aderito a tale tipologia di prestito.

Questo procedimento, chiaramente, consente di dare una sistemazione alle diverse Convenzioni. E ancora di regolamentare di fatto scadenze, regole interne e tassi di interesse messi in opera da ogni istituto. Senza contare il fatto che ha inglobato in sé Amministrazioni prima escluse, quali ad esempio: i dipendenti della Scuola di Veneto, Puglia, Sardegna e i dipendenti del Ministero Beni Culturali.

Rate this post
Cessione del quinto?
VERIFICA SE HAI I REQUISITI